Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 24 febbraio 2011

MI DEVO RIMANGIARE LE SCUSE LA MAMMA NON E' MORTA DALLO SPAVENTO MA BENSI' ASSASSINATA BRUTALMENTE

Se qualcuno : domiciliato nelle patrie galere sperava in uno sconto ulteriore di pena ,oltre la scelta di richiedere il rito abbreviato in fase istruttoria ........mi sà che avrà una amara sorpresa...
l' esito dei famosi esami istologici non lascia dubbi :
STRALCIO DEL REFERTO DEFINITIVO DEL C.T.
Per quanto attiene alla causa della morte, il rilievo oggettivo di aree di enfisema iperdistensivo che conferivano un aspetto “mammellonato” alla superficie esterna dei due polmoni, la presenza di punteggiatura ecchimotica, bilaterale, in seno ai muscoli temporali e la, seppur scarsa, punteggiatura petecchiale sub-pleurica, unitamente al quadro macroscopico di edema e congestione dei polmoni e dell’encefalo, portano a ritenere che la morte sia riconducibile ad un fatto asfittico. Il dosaggio della carbossiemoglobinemia, che ha rilevato un valore di 1.7%, quindi assolutamente normale, unitamente all’assenza di significative tracce di fuliggine a livello delle diramazioni bronchiali (infatti le scarsissime tracce presenti in trachea non sono significative, potendovi colà giungere anche per diffusione passiva) indicano che la donna, nel momento in cui l’incendio si è sviluppato, era già morta e, quindi, che l’incendio non è stata causa della sua morte.
I dati circostanziali emersi nel corso dell’ indagine giudiziaria, facevano emergere che alla vittima sarebbe stato inserito del materiale solido, intasante, a livello del cavo orale (si è parlato di carta, stracci o parti di indumenti), ma ciò non ha trovato riscontro obiettivo, né all’atto del sopralluogo né, tanto meno, in sede di autopsia. Il cavo orale era infatti assolutamente pervio e non vi erano tracce di eventuale materiale occludente, eventualmente rimosso dopo la morte. Ovviamente, ciò non esclude che la modalità asfittica possa essere stata realizzata attraverso un intasamento[1] e che, eventualmente il materiale usato per provocarlo, stipato nel fondo della cavità orale, sì da determinare una occlusione del faringe sul quale convergono le vie aeree nasale e buccale, possa essere stato rimosso anche al fine di mascherare la reale causa della morte, simulando un incendio accidentale. In realtà sulla mucosa del palato molle sono state individuate delle piccole aree di soffusione emorragica che potrebbero anche essere compatibili, oltre che con le cosiddette “note generiche asfittiche”, con lo stippamento, forzato, violento, di materiale occludente a livello del cavo orale.
La presenza di un’area di infarcimento emorragico a livello della guancia dx, inferiormente alla regione zigomatica, e quell’area ecchimotica a livello dell’emilabbro inferiore dx osservate all’atto dell’autopsia e confermate istologicamente, sono indicative di un’azione compressiva a questo livello, ovvero della regione periorale. Tali elementi oggettivi, portano –dunque- a ritenere del pari compatibile un’azione asfissiogena meccanica violenta per soffocamento, operato mediante compressione ed occlusione manuale delle vie aeree superiori dall’esterno.


[1] Per intasamento, s’intende l’ostruzione delle vie aeree per mezzo di corpi solidi. In particolare, si definisce atipico, l’intasamento prodotto da materiali solidi di forma non ben precisa e soprattutto non corrispondente al lume respiratorio, quindi non in grado di occluderlo completamente, a differenza di quanto accade nell’intasamento tipico dove il mezzo solido possiede delle caratteristiche di plasticità tali da poter costituire una sorta di tampone che si modella alle vie aeree occludendole completamente (ad es. dei fazzoletti di carta, delle sostanze limacciose, etc.).

A QUESTO PUNTO CI  CHIEDIAMO :  ADESSO STANLIO E OLLIO COSA SI INVENTERANNO? COSA FARANNO SCRIVERE SUL GIORNALE?
CARI MIEI ,SE VOLETE : UN SUGGERIMENTO IN VIA DEL TUTTO ASSISTENZIALE VE LO POSSO DARE : N°1) NEGARE NEGARE SEMPRE ANCHE DI FRONTE ALL' EVIDENZA .
N° 2) RIMANERE SULLA FALSA RIGA DI QUANTO GIA' DICHIARATO ALLA STAMPA : FATE DICHIARARE AI VOSTRI ASSISTITI CHE ERANO TALMENTE DROGATI E STANCHI AL MOMENTO DELLA RAPINA ,ED IN EFFETTI :DOPO 7 MESI DI RAID NELLE CASE DEGLI ANZIANI NEL CUORE DELLA NOTTE , DORMIRE FINO AL PRIMO POMERIGGIO E POI FARE GLI APPOSTAMENTI, CURARE ED ANNOTARE LE ABITUDINI DELLE VITTIME ,TAGLIARE I CAVI TELEFONICI, OSCURARE LA ZONA DEGLI INTERVENTI (OLTRE AD INCENDIARE QUALCHE AUTO LAVORO EXTRAORDINARIO) NON SI RICORDAVANO CHE AL LORO ARRIVO LA SIGNORA ERA GIA' MORTA ,GIA' PICCHIATA GIA'SOFFOCATA E BRUCIATA, HA FATTO TUTTO DA SOLA ( PER DISPETTO );E LORO MALGRADO, NON ERANO STATI MESSI AL CORRENTE DALLA SIGNORA CHE L' AVREBBERO TROVATA IN TALE STATO E' STATA DISPETTOSA FINO ALLA FINE.( MA COME SI FA' A LAVORARE COSI' CERTA GENTE NON COLLABORA)AVEVANO GIA' IN SCALETTA  UN ALTRA AMICHEVOLE RAPINA IN CASA DI UN ALTRA PERSONA ANZIANA ,PROPRIO LI VICINO NON POTEVANO PERDERE TEMPO A SEGNALARE ALLE AUTORITA' QUESTO DISGUIDO : ANCHE PERCHE' AVREBBERO OLTREMODO ALLARMATO LA PROSSIMA VITTIMA ,ROVINANDOGLI LA SORPRESA..........
N°3) ,NON SONO STATI LORO: PRIMA IL MINORE , POI ANCHE I MAGGIORENNI , IN REALTA' SI TROVAVANO IN PELLEGRINAGGIO DURANTE I FATTI MA COME TUTTI BEN SAPPIAMO VINTI DALLA VOGLIA DI APPARIRE SUI ROTOCALCHI E ALLA TV :SI SONO INGIUSTAMENTE ACCOLLATI I MERITI DI QUANTO ACCADUTO MA L' HAN FATTO SOLO PER AVERE UN PO' DI NOTORIETA' TRA I LORO COETANEI..........E CHE VOGLIAMO FARE CONDANNARLI ?I N FONDO ERA UN' INNOCENTE SCUSA PER FARE QUALCOSA DI DIVERSO.
N°4) ERANO POSSEDUTI DA SATANA...........SIGNOR GIUDICE QUESTO E' UN CASO CHE NON SI PUO' PER OVVII MOTIVI , DISCUTERE IN QUESTA SEDE......MA BENSI' IN APPROPRIATO TRIBUNALE , L' INQUISIZIONE SICURAMENTE SAPRA' FAR LUCE : E POI SI SA' IL DEMONIO NON SI PUO' COMBATTERE E REPRIMERE CON I MEZZI DELLA GIUSTIZIA ITALIANA........BASTA POCO E APPENA TI GIRI SI IMPOSSESSA DEL CORPO DI UN ALTRO INNOCENTE ASSASSINO E IL GIOCO E' FATTO , E' UNA LOTTA IMPARI E POI SFIDO CHIUNQUE A DIRE CHE CON LE NOSTRE LEGGI SI PUO' COMBATTERE SATANA IL MALE.......
DETTO QUESTO CARI STANLIO ED OLLIO UN PO' DI FANTASIA METTETECELA ANCHE VOI , NON MI DIRETE CHE CON TUTTI QUEGLI ANNI PASSATI A STUDIARE ,QUALCOSA IN MENTE NON VI E' ANCORA VENUTA.
CAPISCO CHE E' UN DONO INNATO, COME CAPISCO : E L' HO VISTO NEI VOSTRI SGUARDI TRISTI , VUOTI E PRIVI DI UMANITA' , E SI PERCHE' SE UN BRICIOLO DI QUELLA NON VI AVESSE MAI ABBANDONATO CERTE COSE NON SOLO AVRESTE EVITATO DI FARLE , MA NON LE AVRESTE NEMMENO PENSATE!
N°1 : OLLIO CHE : CON IL FOTOGRAFO DI UN GIORNALE SI FA FOTOGRAFARE IN TRIBUNALE IL GIORNO DEL CONFERIMENTO DI INCARICO AL MEDICO LEGALE PER EFFETTUARE L' AUTOPSIA SU NOSTRA MAMMA ,IN TRIBUNALE FUORI DALLA STANZA DEL PUBBLICO MINISTERO CON NOI LI A MEZZO METRO DA LUI MA NON TI VERGOGNI?( VOLEVI LA NOTORIETA' ECCOTELA )
CHE NON C'E' IN VOI QUESTO DONO COME NON CE NE SONO TANTI ALTRI , A COMINCIARE DALLA PIETA' ,IL RISPETTO DI CHI SOFFRE..........
N°2 : STANLIO CHE IL 20 APRILE 2010 DURANTE IL SOPRALLUOGO IN CASA DI MAMMA CON TUTTE LE AUTORITA' ALMENO 1 VENTINA DI PERSONE: ALLA RICHIESTA DEL MAGISTRATO CHE DOMANDAVA DOVE FOSSE IL NOSTRO LEGALE (PER POTER CHIUDERE LA REGISTRAZIONE DEL SOPRALLUOGO)
AFFERMA " E' CICCHENDU CARDANCA" STA CERCANDO LE ZECCHE, SUSCITANDO L' ILARITA' DEI PRESENTI E FREGANDOSENE AMPIAMENTE DEL FATTO CHE L' OPERATORE DEL R.I.S. STA' FILMANDO E REGISTRANDO 
IL RISPETTO DI CHI E' MORTO IN QUESTA TERRIBILE VICENDA DOV' E' ?( CI TROVI QUALCOSA DA RIDERE ? CAMBIA DENTISTA PERCHE' A DENTI STRETTI SI RIDE MALE)
AVETE POI FATTO UNA COSA TALMENTE SCHIFOSA CON QUELL' ARTICOLO SUL GIORNALE.........PENSO CHE SE VOSTRA MAMMA AMMESSO CHE  L' ABBIATE UNA MAMMA E PERLOMENO SE C' E' STATA VI ABBIA CRESCIUTO CON UN PO' DI CREANZA........SE SAPESSE NON VI GUARDEREBBE PIU' IN FACCIA .
SE NON AVETE ANCORA FINITO CON I VOSTRI COLPI BASSI VI DO' UN ULTERIORE CONSIGLIO :
LASCIATE PERDERE TANTO NON SERVE A NIENTE . NON SIETE IN GRADO DI FARCI NULLA DI PIU' CATTIVO DI QUANTO I VOSTRI ASSISTITI NON ABBIANO GIA' FATTO , NOI ANDIAMO AVANTI COME UNO SCHIACCIA SASSI E NON SARANNO DI CERTO DEI PERSONAGGI INSIGNIFICANTI COME VOI A FERMARCI.
AL MASSIMO GUARDANDOVI ,2 RISATE CE LE POSSIAMO FARE ...........
A PRESTO STANLIO ED OLLIO IL 21 MARZO SI AVVICINA ,FATEVI UN BEL BRAIN STORMING L' IMPUT L' AVETE AVUTO.
MASSIMO E RITA UCCHEDDU.


martedì 22 febbraio 2011

CIAO ROSANNA ,SORELLA MIA.............

Andare a ritroso nel tempo, ricordare tutto ciò che è stato il tuo percorso di vita,per molti aspetti parallelo al mio seppur con dieci anni di differenza è per me molto doloroso ho sempre in mente quel 10 Aprile 2010 ovvero l' atroce epilogo della tua vita!
Mi vengono in mente quei lontani "anni 50" La nostra umile ma dignitosa casa a Domusnovas (allora in provincia di Cagliari)tu eri la primogenita di 10 fratelli (diventati poi nove quando mori' infante  Paolo il gemello di Pietro nostro fratello venuto a mancare anche lui nell' Agosto 2008)
E come tale sei stata per tutti noi una seconda Mamma:mentre nostra Madre andava a "spigolare"badavi a noi e in maniera particolare a nostra sorella Olga perchè disabile e questo lo facevi con Amore.ma non bastava essendo ragazza, anche tu spesso andavi a "spigolare"un lavoro duro : il tuo pranzo era un pezzo di pane bagnato nel pomodoro.....ero una bambina ma ricordo la tua bellezza ,il tuo splendido sorriso quando al mattino presto ti alzavi per far colazione con il minestrone avanzato la sera prima ,ma tu non ti lamentavi mai eri serena.....certe volte mi chiedevo come facevi ad essere cosi bella e paziente con me che ero un piccolo scricciolo...la sera dormivo con te ed avevo freddo noi non avevamo il riscaldamento ,io si eri tu...fino a quando alle quattro del mattino ,poi ti alzavi per impastare il pane con Mamma quello era il tuo primo compito della giornata ,poi arrivavano man mano gli altri ed erano veramente tanti ,quanta fatica e tanta tanta pazienza senza mai un accenno o un lamento e quanto Amore per i tuoi fratellini sopratutto per Olga quella sorellina più sfortunata di noi, c' era tanta dignità in te Rosanna allora io ero piccola e non mi rendevo conto della tua grande forza.
Intorno alla fine degli anni 50 ti fidanzasti , avevi circa 20 anni e io diventai la tua ombra perchè Papà da sola non ti faceva uscire, ricordo il primo film che andammo a vedere insieme "ADDIO ALLE ARMI" , POI MI PORTASTI ANCHE A BALLARE...quando andavamo a Siliqua a casa del tuo fidanzato e poi futuro Marito Franco......tu non lo sapevi ma spesso mi soffermavo a guardarti eri la mia splendida Sorella .La tua vita ai tempi era scandita da tanto lavoro finchè intorno al 1960 fosti la prima ad emigrare al Nord perchè nella nostra Splendida isola :che allora non conoscevamo non c' era futuro. Con la segnalazione del Parroco di allora e le dovute garanzie che saresti stata alloggiata in un convitto di Suore partisti per Vimodrone periferia est di Milano ed esattamente andasti a lavorare presso un Ospedale Geriatrico come Ausiliaria....Posso solo immaginare il dolore che provasti nel lasciare la nostra casa ,la nostra terra e sopratutto noi a cui eri molto legata...ora capisco la tua grande forza d' allora.
Cominciava la tua nuova vita di emigrante volevi costruirti un futuro e realizzare il tuo sogno di andare a scuola sogno insperato...Poi realizzato(riuscisti a racimolare i risparmi per farti la dote e più avanti riuscisti a sposarti con l' uomo che fu l' amore della tua vita fino alla fine dei suoi giorni...)dopo quanche mese arrivarono in Lombardia Papà e Pietro nostro fratello per lavorare mentre io rimasi con Mamma e gli altri fratellini a Domusnovas ,nostro padre decise di emigrare per dare un opportunità ai suoi figli e un destino diverso dal suo che ai tempi era la vita del Minatore diceva i miei figli devono studiare devono evolversi e cercare di realizzare almeno 1 sogno...cosi nel 1963 partimmo anche noi io allora avevo 14 anni e lasciavo i miei sogni di adolescente alle spalle insieme agli studi per poterti rivedere e ti riscoprii sempre più bella.avevamo una casa alla Valera di Varedo una piccola Frazione abitata principalmente da Emigranti Gente del Sud Italia,nello stesso anno tu ti sposasti con Franco e abitavate con noi ,avevate una piccola stanza perchè ai tempi era impossibile avere di più....poi rimanesti incinta aspettavi la nascita del tuo primogenito Massimo ,ricordo la tua energia seppur stanca del lavoro che: comunque continuasti a svolgere in quel periodo con le alzatacce all' alba e i tre chilometri a piedi da fare per arrivare alla Stazione e il viaggio verso il lavoro oltre al lavoro e il ritorno sempre alla stessa maniera, ma nonostante tutto tu eri felice mi parlavi della tua fierezza e di quella vita che portavi con te dicevi che era la tua forza il tuo futuro di Mamma.
Questo tuo percorso è stato molto duro eppure eri orgogliosa della tua vita pensandoci ora cara Sorella sono stati anni durissimi,privi di divertimento,dedicati al lavoro e sacrificio per una vita migliore in tè c' era tanta forza e caparbietà. Quando naque Massimo nel 1964 ti ho vista raggiante , eppure avevi avuto un parto difficile eri magra ,sfinita ,debole ma dovevi lottare anche per lui ,cosi riprendesti subito il lavoro ora la famiglia cresceva e cosi trovaste casa in affitto un altro tuo sogno si realizzava , la tua casa ,l' indipendenza si concretizzava ora avevi la tua famiglia ed un senso del dovere ammirevole .
l' anno dopo naque anche Rita la gioia si rinnovava adesso a casa c' era anche la tua Bambina ma anche altri problemi da affrontare perchè tu continuavi a lavorare e i tuoi figli non potevano star da soli cosi trovasti una famiglia che li accudiva mentre tu e Franco eravate al lavoro e poi al vostro rientro tornavate a riprenderli...sono stati anni veramente duri i tuoi sacrifici continuavano e le forze non ti abbandonavano mai ormai la meta era vicina la tua casa in sardegna era quasi finita i tuoi figli erano cresciuti ed indipendenti ,come gli avevi insegnato ad essere insieme a tuo marito,si avvicinava la pensione per voi e il sogno di tornare in Sardegna in quella casa tanto voluta con tutto il cuore dopo 30 anni di lontananza finalmente il tuo riscatto di donna Sarda emigrata hai vissuto in quella casa arricchendola giorno per giorno facendola sempre più bella con i risparmi delle vostre piccole pensioni,non chiedendo aiuto a nessuno . Tu minuta Donna e Vedova Sarda nel 2007 sei rimasta sola ,mi dicesti potrei andare e venire tutte le volte che voglio a Milano dai miei figli e nipoti ma questa è la mia casa qui riposa mio Marito e mio Padre e sò quanto dolore ho dovuto affrontare per ritornare qui,dove ci sono le mie origini sono dovuta andare altrove per costruirmi un futuro, il mio futuro adesso è qui.
Certamente non pensavi che l' epilogo della tua travagliata esistenza sarebbe stato cosi atroce,barbaro,cosi efferato per mano di Sardi e per 25 euro.
A70 anni la tua vita è stata spezzata e calpestata insieme alla tua dignità Piccola Donna Sardati hanno massacrato di botte,trascinato ,legato , soffocato con degli stracci in bocca e lasciato li a morire come e peggio di un cane, ed in seguito dato alle fiamme e lasciata bruciare per ore....un pensiero permane nella mia mente : penso a quanto tu abbia agonizzato , quanto tu abbia vissuto la tua morte, quanto tu abbia pensato ai tuoi figli i tuoi nipoti i tuoi fratelli, ma eri sola e indifesa ,penso a quanto il tuo pensiero prima di morire sia andato a quella Giovane Emigrante Sarda piena di speranza che nei "lontani anni 60"aveva lasciato la sua terra con la speranza di ritornare un giorno a viverci il tempo che le rimaneva.....e in quegli ultimi momenti della tua vita avere la consapevolezza che i tuoi momenti finivano in modo cosi atroce per mano di Sardi.
Amata sorella mia: hai amato tanto tuo marito,i tuoi figli e nipoti , attendevi con ansia il loro arrivo, una parte di te tornava e tornavo anch' io a trovarti e passare qualche giorno insieme a te, non volevi mai che ripartissi ....come farò adesso senza più sentirti ne rivederti ?????
Vivo del tuo ricordo Rosanna  ciò che sei stata e ciò che rappresenti per me nessuno lo può annullare.
Appresi la notizia della tua terribile fine leggendola sul televideo il mio respiro si fermò insieme alla mia esistenza quando ebbi la certezza che eri tu ;continuavo a ripetermi : PERCHE' PERCHE' !!!!!!

SPERO CHE IL GIUDICE CHE EMANERA' LA SENTENZA VERSO COLORO CHE TI HANNO TOLTO LE SEMBIANZE ,LA DIGNITA' ,L' ORGOGLIO E LA VITA , TI RENDA  ONORE E GIUSTIZIA ROSANNA . VOGLIO TORNARE A CREDERE  , CREDERE ANCORA NEL POPOLO SARDO ONESTO E LEALE.

sii orgogliosa Sorella Mia sei in me con me per sempre , con infinito amore e tenerezza.
Tua Sorella Giulia.

domenica 20 febbraio 2011

3 MARZO 2011 PROCESSO AL TRIBUNALE DEI "MINORI"A CAGLIARI

Dopo la prima udienza del 24/01/2011 rinviata per motivi tecnici : al P.M. mancavano gli ultimi verbali degli interrogatori del Corda e Pisu "perchè a suo dire non ricevuti dal suo ufficio "oltre ai referti degli esami istologici non ancora eseguiti (con prelievi di tessuti dal corpo di mia madre durante l' autopsia )in Aprile 2010 e non ancora refertati per altri problemi tecnici, il P.M. decideva comunque di richiedere il giudizio immediato.
Fatto stà che i verbali del Corda e del Pisu li abbiamo forniti noi Parte offesa al P.M.durante il procedimento interrotto per fare le fotocopie ,Noi che si arrivava dalla Lombardia ( mica dietro l' angolo e a spese nostre facendo magari sacrifici non indifferenti come se non bastasse tutto quello che si stava passando: ma tanto paghiamo noi...)
C 'è una cosa da spiegare di solito chi fà gli interrogatori registra,trascrive e poi rilegge e firma i verbali ora io credo che anche in questo caso sia andata cosi ,ma non mi sò spiegare come mai chi ha effettuato quegli interrogatori per il tribunale(ricordo che l' indagine è congiunta tra le procure dei minori e ordinaria ) dei minori dopo averli letti e firmati non li aveva : noi parte offesa ripeto ogni volta che dobbiamo domandare qualsiasi cosa che riguarda i procedimenti in atto ci dobbiamo fare un bel viaggetto dalla Lombardia e arrivare a Cagliari dove in Tribunale ed esattamente presso la Cancelleria dello stesso presentare domanda per poter chiedere copia degli stessi,COMPRARE IL VALORE BOLLATO IN BASE AL NUMERO DI COPIE CHE SI STAMPANO , PORTARLO IN CANCELLERIA E RITIRARE LE COPIE.(SI PAGA TUTTO ,FOTOCOPIE ,CD ROM E I DIRITTI PER I DVD CHE COSTANO CIRCA 300,00 € OGNUNO OLTRE AL DVD VERGINE CHE DOBBIAMO COMPRARE NOI)
Morale si riprende il processo e il P.M. chiede di PARLARE della persona di Mamma , ma tutto quello che riesce a dire sbagliando tra l' altro alcune date della vicenda è " la povera signora come molti anziani che vivono da soli parlava da sola....."( MIA MAMMA PARLAVA ANCHE DA SOLA MA NON ERA UNA RINCOGLIONITA , AVEVA 2 PALLE GROSSE COSI' :HA CRESCIUTO 10 FRATELLI PIU' PICCOLI DI LEI GOVERNANDO ANCHE LA CASA DI FAMIGLIA, MESSO AL MONDO E CRESCIUTO 2 FIGLI OLTRE AD AVER LAVORATO PER 30 ANNI COME ASSISTENTE FACENDO ANCHE I TURNI IN UNA CASA DI RIPOSO PER ANZIANI E DISABILI  LONTANA DALLA SUA TERRA CHE AMAVA AL PUNTO DI AVER DECISO DI VIVERE DA SOLA QUANDO MANCO' MIO PADRE . QUANDO ERA AL NORD CI VENIVA POCO PERCHE' LE FERIE COSTAVANO E CI VOLEVA DARE UN FUTURO ;OLTRE AI  SACRIFICI DI UNA VITA FATTI PER COSTRUIRE LA CASA DOVA L'HANNO AMMAZZATA ,ALLA FAME E MISERIA CHE HA PASSATO DA BAMBINA MIA MAMMA ERA ED E' UNA DONNA ECCEZIONALE ,CAPARBIA ,A VOLTE TESTARDA E UN PO' COCCIUTA MA GENEROSA FINO ALLA MORTE: SE VOLEVA SAPERE CHI ERA MIA MADRE BASTAVA CHIEDERLO SI SAREBBE EVITATA UNA BRUTTA FIGURA CHE DI SOLITO FANNO TUTTE LE PERSONE CHE NON SANNO DI CHE COSA STANNO PARLANDO MA VOGLIONO PARLARE PER DARE FIATO ALLA BOCCA,SENZA SAPERE COSA REALMENTE CI HANNO PORTATO VIA QUEI BASTARDI)
A questo punto il giudice prende in mano la situazione e rinvia il processo (e meno male...avevamo già i nervi a fior di pelle) chiedendo di far acqisire agli atti il materiale mancante.......
Ma secondo voi (a parte che non me ne frega un caxxo se mi querelano)come si fà a credere nella giustizia quando chi dovrebbe sostenere l' accusa in un processo di concorso in omicidio e con altri gravi capi di imputazione a carico dell' imputato non ha neanche il materiale completo per poter chiedere il giudizio immediato? La Procura della Repubblica del Tribunale Ordinario e La Procura della Repubblica per IL Tribunale Dei Minori  distano all' incirca 300 Metri.......PER RITIRARE O FAR COPIA DEI VERBALI MANCANTI: IO LI HO RITIRATI IL 27 DI OTTOBRE 2010(3 mesi prima , quindi altro viaggetto.......) E NON SONO MANDRAKE .Tra tutte le cose devo dire che in cancelleria lavorano delle persone che si sono fatte in quattro per aiutarmi e farmi avere tutta la documentazione agli atti.
Per il referto degli Esami Istologici invece stiamo aspettando da Dieci Mesi dico e ripeto Dieci Mesi (per sapere senza ombra di dubbio di che cosa è morta nostra mamma: anche se per chi ci segue di dubbi, guardando le foto non ce ne sono....comunque ritengo opportuno che i tecnici nominati dalle parti  facciano tutto quanto è necessario per arrivare alla verità)
perchè il laboratorio di Cagliari non li poteva fare, allora sono stati spediti a Roma ma a Roma non se ne è fatto nulla e sono tornati a Cagliari............ad oggi non si sà ancora l' esito di questi esami ne si conosce il referto.........Pensate che bello.......noi con i biglietti già fatti ,e per l'ennesima volta pagati profumatamente di tasca nostra arriviamo il 03 Marzo 2011 in Tribunale a Cagliari e Poi manca ancora qualcosa.......
Altro rinvio?
IO MI CHIEDO MA QUANE VOLTE LA VOGLIONO AMMAZZARE MIA MADRE?
PURTROPPO PER CHI NON LO SA' E IO NON LO SAPEVO BISOGNA STARE PURE ATTENTI A QUELLO CHE SI DICE.......SE NO' SI FINISCE NEI GUAI........MAGARI CI SCAPPA UNA BELLA DENUNCIA O UNA QUERELA E PER CHE COSA? PER AVER DETTO LA VERITA'?
BEH CARI MIEI LE DENUNCE E LE QUERELE NON MI FANNO PAURA FATELE PURE E' UN VOSTRO DIRITTO ,COME ALLO STESSO MODO E' MIO DIRITTO LAMENTARE DELLE CARENZE E DELLE INEFFICENZE ANCHE NEI CONFRONTI DI CHI RICOPRE DEGLI INCARICHI DELICATI.
GIUSTAMENTE PERCHE' SONO DELICATI E' PACIFICO CHE DEVONO ESSERE SVOLTI CON IL MASSIMO RISPETTO DI CHI CHIEDE GIUSTIZIA,QUESTO NON E' REATO LO PREVEDE LA LEGGE .
QUALSIASI CITTADINO CHE PAGA LO STIPENDIO DI CHI SVOLGE DETERMINATI INCARICHI LO CHIEDEREBBE.
PER IL RESTO MI AFFIDO ALLE SORTE CHE VORRA' CONCEDERMI IL FATO.

MASSIMO UCCHEDDU
P.S.
SALUTO E RINGRAZIO PER IL SOSTEGNO MORALE TUTTE LE PERSONE CHE ACCEDONO AL BLOG E CREDETEMI SIETE TANTISSIMI, NOI FIGLI E FRATELLI DI MARIA ROSANNA STIAMO PREPARANDO IN QUESTI GIORNI DELLA DOCUMENTAZIONE IMPORTANTE CHE METTEREMO SUL BLOG.
A PRESTO.
MASSIMO E RITA UCCHEDDU

sabato 12 febbraio 2011

GRAZIE YOUTUBE PER AVER CENSURATO IL VIDEO ORA SIAMO CERTI CHE LE PORCATE VENGONO DALL' ALTO

Se dovessi prendermela per tutte le porcate che ci stanno facendo in questo periodo non me la caverei più ma sopratutto dimostrerei a quelle persone che vogliono nascondere la verità che certe azioni ci danno fastidio......
e invece nulla di tutto ciò,anzi : cari anonimi che agite nell' ombra come si addice a dei vigliacchi senza nerbo ne palle..........................
avete dimostrato ancora una volta che la verità vi fa paura......
Ma tranquilli si tratta di aspettare ancora un pò e poi verrà fuori tutto anzi è già fuori tutto.....
A buon intenditor poche parole.
p.s. grazie x averci dimostrato ancora una volta di più che la cacca arriva dall' alto.

MASSIMO E RITA UCCHEDDU

se a casa di paola

Se...a casa di Paola

su su Rai.tv

Messaggio: guardate questo cliccate sopra il link se a casa di paola del 11 02 2011 scorrete la barra del tempo di durata fino a 01:12':50''
grazie a tutti e dico tutti dai conduttori ai tecnici e agli autori del programma. grazie di cuore per avermi aiutato a far presente che ci sono cose persone e azioni che non ci dobbiamo dimenticare,
far finire dentro un cassetto una storia del genere e tante altre nefandezze analoghe non deve mai rientrare nei nostri canoni di vita.( in sardegna capita almeno 1 caso alla settimana...leggetevi i giornali )
un grazie speciale a Lucia per la gentilezza , sensibilità e tenacia che ha dedicato alla nostra vicenda umana , quel giorno dopo tanto tempo ho incontrato tante belle persone.
Massimo e Rita .

mercoledì 9 febbraio 2011

CHIEDO SCUSA AGLI INDAGATI MIA MAMMA NON SI DOVEVA PERMETTERE DI MORIRE DALLO SPAVENTO SENZA LA VOSTRA AUTORIZZAZIONE

GENTILI SIGNORI,sono qui a comunicarvi che: io figlio di Carrus Maria Rosanna persona morta dallo Spavento , ingiustamente e Per sua Mancanza di controllo……Dato che si sapeva che delle Persone Legittimamente autorizzate compievano delle rapine  a danno delle persone anziane ed irrispettose del disagio sociale dei giovani ,come ingiustamente gli organi preposti vogliono proporre agli occhi dei cittadini amichevoli ma non accondiscendenti alla simpatica nonché folcroristica tradizionale rapina a domicilio,e senza la volontà di uccidere le vittime delle rapine in oggetto chiedo scusa agli indagati Francesco Pisu e Sariano Corda e anche al minorenne F. C. del comportamento poco ragguardevole di Mia Madre perché è morta dallo spavento senza autorizzazione alcuna ed oltremodo ha mancato alle basilari regole che determinano il comportamento delle persone inermi di fronte ad una così sperimentata nonché accettata a livello cittadino formula tu prendi pensione io picchio te e rubo tuoi soldi, con estremo rammarico chiedo umilmente scusa per aver mio malgrado seguito le indagini che vedono ingiustamente indagate due persone da tutti definite Ragazzi con un comportamento irreprensibile ,mi meraviglio del fatto che la magistratura italiana si ostini ad attribuire a dette persone fatti o episodi rimarchevoli, queste persone che hanno il lodevole principio di rendere la vita di questi anziani briosa e oltremodo un po’ fuori dagli schemi ……insomma che noia la solita vita………mettiamo un po’ di pepe al normale tram tram di tutti i giorni…….queste persone che a dire di alcuni si sono macchiate di un orrendo delitto……..io dico: vigliacchi  è facile esprimere opinioni, questi ragazzi con il loro comportamento andrebbero lodati, ditemi chi di voi ha nella sua quotidianità avuto delle idee cosi avveniristiche, chi di voi poteva e può pensare ai fatti suoi ? tutti ; ma questi ragazzi nò :hanno deciso di rendere la vita un po’ briosa alle persone di una certa età , e per questo vengono ingiustamente condannate ed additate al pubblico ludibrio come dei criminali incalliti……..vergogna vergogna vergogna……la società in cui viviamo lascia poco spazio ai giovani e questi ragazzi che si sono votati ai problemi della comunità abbracciando il tema assai pesante dell’ assistenza alle persone anziane vengono ingiustamente accusate d’essere responsabili di crimini efferati, ma voi cittadini con quale diritto vi arrogate la facoltà di giudicare?la ragione di certi dissensi ingiustificati è sempre quella: l’ invidia e l’ arroganza di poter dire ma perché non l’ ho pensato prima io? Io credo con grande rammarico che i politici e gli amministratori dovevano essere d’ esempio prima di tutto ciò , è troppo facile condannare, l’ invidia fa fare e dire delle cose insensate…..cari ragazzi ricordate che io approvo il vostro totale impegno a favore della comunità e soprattutto il vostro disinteressato aiuto agli anziani…..non fatevi imbambolare dalle vicissitudini e dai giudizi di chi vi addita come un esempio da non seguire…se non ci foste stati voi chi si sarebbe mai sognato di arricchire le usanze culturali? Chi si sarebbe caricato questo fardello cosi’ pesante? Nessuno……vedete quanto è ingiusta questa comunità che si definisce CIVILE? Voi dietro le sbarre e chi doveva veramente pagare per i suoi errori non può essere giudicato perché pur di farvi un dispetto è morto ma non per cause naturali ,( USANDO LA SCUSA ORMAI INCONFONDIBILE DELLO SPAVENTO )(e qui stà il fulcro nonostante voi vi siate prodigati a picchiarla e lasciarla a terra con evidenti segni di percosse visibili anche ai ciechi , e per evitare che ci fossero delle cattive interpretazioni passibili di giudizio di non professionalità la avete lasciata immersa in un bagno di sangue )ma bensi’ con la precisa ed ineluttabile volontà di addivenire ai più fondamentali comportamenti a cui si deve attenere una persona anziana che in casa sua viene aggredita e rapinata dei suoi averi….certi comportamenti mi lasciano perplesso, sapere che mia madre  si è comportata cosi’ mi fà vergognare…..QUESTA E’ DISOBBEDIENZA CIVILE………..
Mi chiedo come ho potuto non accorgermi di questi suoi lati comportamentali? Cosa penserà la gente di me? Potrò un giorno togliere quest’ onta?
Ma cavolo penso io ma possibile che non sapeva dove viveva? E IL PEGGIO POI…….Anche quella persona che è andata dai CARABINIERI A DENUNCIARE LA VOLONTA’ DEGLI INGIUSTAMENTE INDAGATI…….POSSIBILE CHE NON SI SIA CHIESTA COME MAI NON HANNO FATTO UN VERBALE DELLA SUA DENUNCIA IL GIORNO 08 04 2010 ALLE ORE 10,30 DEL MATTINO CIOE’ PRIMA CHE VOLONTARIAMENTE E PER GRAVE DISPETTO MIA MAMMA SI SPAVENTAVA DI SUA SPONTANEA VOLONTA’ E SENZA ALCUNA AUTORIZZAZIONE CON LA PALESE VOLONTA’ DI INTERFERIRE CON LE NORMALI PRASSI E POI ADDIRITTURA MORIVA?POSSIBILE CHE NON ABBIA CAPITO CHE NONOSTANTE ABBIA FATTO NOMI COGNOMI E OBIETTIVI DELLE PERSONE INTERESSATE X DELLE AMICHEVOLI RAPINE IN CASA PER CHI LO ASCOLTAVA NON C’ ERANO GLI ESTREMI ATTI A PENSARE CHE CI VOLEVA UN VERBALE DA SCRIVERE E ATTI DA COMUNICARE? INSOMMA I TUTORI DELL’ ORDINE FANNO DI TUTTO PER MANTENERE LA PUBBLICA SICUREZZA E POI CERTI CITTADINI GLI FANNO PERDERE DEL TEMPO PREZIOSO…….NON CI SONO PAROLE PER ESPRIMERE IL RAMMARICO E LA CONSAPEVOLEZZA DI QUANTO AFFRONTANO OGNI GIORNO LE FORZE DELL’ ORDINE PER SALVAGUARDARE LA NOSTRA INCOLUMITA’.
Roba da non credere,pensate che ancora oggi mi chiedo ma perché i carabinieri non l’ hanno fermata prima? Eppure sapevano erano stati avvisati………l’ unica cosa che mi viene da pensare è che ,nutrendo fiducia su un suo ravvedimento speravano che durante la rapina mia mamma si ricordasse di quei principi basilari che regolano il buon rapporto tra anziano rapinato e volontari della rapina in casa e quindi  mostrasse collaborazione come da prassi e da normale comportamento d’ obbligo nei casi di questo tipo….
Purtroppo non è andata cosi’ ora come ora comprendo chi mi guarda in una certa maniera e mi addita come il figlio di una rovina famiglie…..io mio malgrado non posso fare nulla o quasi…..ma sicuramente chiedo scusa alla comunità tutta e soprattutto a quelle famiglie che vedono i figli ingiustamente indagati per aver compiuto quello che è fuori dalla normalità in quanto extra servizio anziani ma in certi ambienti d’ abitudine a livello di collaborazione sociale,ma comunque fuori dai canoni in fatto di iniziative e nonostante tutto a favore degli anziani arroganti e privi di senso civico nonché insensibili del disagio dei minori e dei giovani tutti.
Chiedo a tutti voi scusa con la promessa che se mi rapinate io non muoio dallo spavento , ma se dovesse capitare che io muoia vi manlevo sin d’ ora da qualsiasi responsabilità.
In fede
MASSIMO UCCHEDDU

lunedì 7 febbraio 2011

C'E UN ARTICOLO CHE DICE E' MORTA PER LO SPAVENTO .........


A VOLTE LE PAROLE MANCANO ANCHE A CHI DI PROFESSIONE DOVREBBE AVERNE......
EBBENE CHI DICE E CHI SCRIVE SENZA CERCAR DI SENTIRE L' ALTRA CAMPANA SECONDO NOI VIOLA I DIRITTI ALTRUI ,( ECCO PERCHE' ABBIAMO CREATO UN BLOG, PROPRIO PER POTER DARE L' OPPORTUNITA' A TUTTE LE PERSONE DI DIRE QUELLO CHE VOGLIONO, ANCHE QUELLO CHE CI FA MALE )PRIMO TRA I QUALI IL DIRITTO DI REPLICA MA ANCOR DI PIU IL DOVERE DI ACCERTARE LA VERITA' DI CIO' CHE SI SOSTIENE SOPRATUTTO SE SI FA SULLE PAGINE DI UN QUOTIDIANO A LIVELLO NAZIONALE A CUI DA TEMPO NOI FIGLI DI MARIA ROSANNA CERCHIAMO DI COMUNICARE FATTI DOCUMENTATI( E NON PAROLE )SENZA ESSERE MINIMAMENTE PRESI IN CONSIDERAZIONE.(CHISSA' PERCHE')
SE TUTTI NOI POTESSIMO SCRIVERE QUELLO CHE CI PARE DISINTERESSANDOCI NELLA MANIERA PIU ASSOLUTA DELLE CONSEGUENZE CHE AVREBBERO LE NOSTRE PAROLE SULLE PERSONE CHIAMATE IN CAUSA.........
NOSTRA MAMMA  DICEVA : LA PREPOTENZA NON PORTA MAI NIENTE DI BUONO, LE RAGIONI LE IDEE E LE CONVINZIONI SI AFFRONTANO CON LA DISCUSSIONE E IL CONFRONTO VERBALE TRA LE PERSONE ,
DICEVA :RICORDATE CHE IL DOLORE FISICO POI PASSA MA CHI LO SUBISCE NON LO DIMENTICA E A QUESTO DOLORE DA' UN NOME CHE SI SCRIVE CON UNA SOLA PAROLA, QUESTA PAROLA E' GIUSTIZIA.....................
QUELLA CHE PRIMA O POI ARRIVA PER TUTTI GRANDI O POTENTI CHE SIANO PERCHE' NESSUNO E' MAI STATO IN GRADO DI FARE IL TIRANNO PER SEMPRE.( I TIRANNI HAN SEMPRE FATTO TUTTI LA STESSA FINE )
LE PAROLE ,QUELLE SI CHE FANNO MALE : BASTA SAPERLE DIRE AL MOMENTO GIUSTO E VEDRETE IL POTERE E LA FORZA CHE HANNO LE PAROLE ,
FIGLI MIEI , LE PAROLE QUELLE VERE E QUELLE GIUSTE DIVORANO LA CARNE E ANCHE LE OSSA.....
NOI FIGLI DI MARIA ROSANNA NON ABBIAMO TUTTE QUESTE PAROLE NE POSSIAMO SUGGERIRE SOLO DUE........
IL LORO NOME E'.......LA VERITA'.
SOSTENERE PER DOVERE DI PROFESSIONE DUE DELINQUENTI DANDO E FACENDO PUBBLICARE SU UN QUOTIDIANO NOTIZIE PER SOMMI CAPI CON LACUNE CHE VANNO DALLO SBAGLIARE IL NOME DI NOSTRA MADRE ,( UN REFUSO PUO' CAPITARE SOLO CHI NON FA' NULLA NON SBAGLIA MAI )AL SOVVERTIMENTO DEL REALE SVOLGIMENTO DEI FATTI .
( FATTI ACCERTATI CON TANTO DI DICHIARAZIONI FATTE DURANTE GLI INTERROGATORI DAGL' INDAGATI STESSI E CON TANTO DI MATERIALE CINEFOTOGRAFICO PROBATORIO AGLI ATTI  DELLA MAGISTRATURA , VEDI INDAGINI CONGIUNTE )FATTO A DIRE DEL CRONISTA DAI LEGALI DEI DUE IMPUTATI, I QUALI SOSTENGONO LO SPAVENTO E DIMENTICANO LE MODALITA' DELL' AGGRESSIONE EPPURE COPIE DEI VERBALI DEGL' INTERROGATORI LE HANNO ANCHE LORO .....ANZI ERANO PURE PRESENTI DURANTE GLI INTERROGATORI.
A NOI FIGLI SEMBRA PIU' UNA MALDESTRA ORCHESTRAZIONE ATTA A FAR APPARIRE DUE ASSASSINI SPIETATI COME DUE RAGAZZINI CHE HAN FATTO LA RAGAZZATA E CHE QUESTA POI E' FINITA MALE MA NON PER COLPA LORO MA BENSI' DI NOSTRA MAMMA CHE NON HA RETTO ALLO SPAVENTO.........
ESIMI SIGNORI VOI CHE SOSTENETE QUESTE COSE..........( SIAMO ALLA FRUTTA ? MA NON E' STAGIONE DI FICO D'INDIA......... )OPPURE SI STA' CERCANDO CARDANCA?( ZECCHE ) COME DICEVA QUALCUNO CHE SI VEDE E SI SENTE MENTRE LO DICE NEL FILMATO DEL R.I.S. DEL 20 04 2010 DI CUI NON FACCIAMO IL NOME ( F.C. )
NOI  CAPIAMO CHE TUTTI CI DOBBIAMO  GUADAGNARE IL PANE ,E NON DOBBIAMO ESSERE NOI A RICORDARVI CHE IN QUESTO MONDO CI E' STATO FORNITO ANCHE IL BUON SENSO.........
IL NOSTRO E' SOLO UN INVITO AD USARLO .
DIVERSAMENTE RICORDATE CHE OGNUNO E' IL RISULTATO DELLE SUE AZIONI, E CHI SEMINA VENTO  E FANGO RACCOGLIE I RISULTATI DELLA SUA SEMINA.......E GODE POI DEI SUOI FRUTTI . ( VEDI FICO D' INDIA )
TANTO VI DOBBIAMO.
P. S. ANCHE UNA PERSONA NON FORNITA DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA E IN GIORNALISMO
( MASSIMO L. NON CE NE VOGLIA PER QUESTO PARAGONE SAPPIAMO BENISSIMO CHE IL SUO LAVORO E' RIPORTARE LE NOTIZIE COSI' COME GLI VENGONO COMUNICATE )
GUARDANDO LA FOTO CAPISCE CHE NOSTRA MAMMA NON E' MORTA PER LO SPAVENTO SE NON SI VEDE BENE FATE DOPPIO CLICK COL TASTO SINISTRO DEL MOUSE SULLA FOTO.........
MASSIMO E RITA UCCHEDDU FIGLI DI MARIAROSANNA