Si è verificato un errore nel gadget

martedì 28 maggio 2013

LA GIUSTIZIA E' MORTA ........VIVA LA GIUSTIZIA

Oggi un giudice della repubblica italiana ha sentenziato che i Carabinieri di siliqua in servizio all' epoca dei fatti potevano fare di più per salvaguardare la sicurezza di MAMMA ma non lo hanno fatto , però non ravvisa nel loro comportamento elementi di reato sanzionabili penalmente nei loro confronti e quindi ha archiviato la nostra denuncia .
Morale della storia : mica poteva rinviare a giudizio i tre militari ,vi spiego il perchè.
1) se rinviava a giudizio i militari avrebbe messo in discussione tutto l' operato dei suoi predecessori cioè 2 magistrati Antimafia e un'altro presidente dell' associazione nazionale magistrati per la sardegna, cosa che sicuramente avrebbe provocato un bel terremoto all' interno della procura di Cagliari.
sarebbe stato come dire" avete lavorato col preciso interesse di coprire le mancanze( chiamiamole così) dei Carabinieri in servizio all' epoca dell' omicidio.
2) immaginatevi cosa vuol dire chiamare a rispondere dei Magistrati di quel livello  dinnanzi al tribunale dove lavorano o quello di competenza.....
un vero disastro per l' immagine della magistratura ( come se la stessa goda di prestigio coi tempi che corrono)
3) ci sono ,come dappertutto ,delle regole non scritte:
la divisa non si processa, le dichiarazioni dei superiori sono l' apri pista del verso che deve prendere l' indagine; e si sà le prime dichiarazioni furono del loro generale che si complimentava per la pronta risoluzione del caso.( della serie ti avverto 2 giorni prima e tu non fai niente, poi quando scoppia il bubbone li arresti perchè tanto sai chi sono e così per un pò ce li leviamo di torno)
4) se salta fuori che lo stesso avvocato che ha difeso uno degli assassini e anche quello che difende due dei carabinieri...., e se poi lo stesso è quello che in fase di arringa dice :" se i carabinieri di siliqua avessero fatto il loro lavoro la Signora MARIA ROSANNA sarebbe ancora qui con noi" ......
5) ci hanno propinato solo chiacchere, : il  penultimo magistrato che ha preso in mano il caso non si è nemmeno degnato di interrogare i militari, lo ha fatto fare ad un' loro collega....e questo la dice lunga su come svolgono le indagini quando si tratta di divise.
6) la strategia del prestigio: mettere dei magistrati in vista alla direzione delle indagini e lasciarci credere che tutto procede secondo la legge, ma affidare le indagini di un omicidio agli stessi militari che non hanno fatto nulla per impedirlo e come dare la chiave della cassaforte al ladro e farsela ridare dopo che l' ha ripulita e cancellato le prove.
7) far passare del tempo: tanto tempo per sfiancarci ed avvilirci contando sul fatto che i legali costano, i processi anche ,e non tutti hanno la stessa tenacia e i mezzi economici e fisico psicologici per andare avanti, con la speranza che noi si lasci perdere....
8) esistono poi quegli atti di coercizione mascherata, vedi denunce varie accumulate durante questi 3 anni di insistente richiesta di giustizia ,3 anni di processi farsa con pene lievi e prese in giro varie tipo il processo al minore con sconto di un terzo della pena in' appello senza darcene nemmeno comunicazione perchè in procura a Cagliari è la prassi, ma la legge non è una prassi e dice tuttaltro. forse perchè era un nostro diritto presenziare e ci hanno tolto anche quello, oppure peggio ancora non avevano il coraggio di scontare la pena al ragazzo davanti a noi.....
9) hanno parlato di tutto evitando accuratamente di spiegare come e per mano di chi è morta MAMMA.  Ma questo possiamo farlo noi.
MAMMA è stata aggredita in casa sua, picchiata ripetutamente da due dei 3 condannati , soffocata con una maglietta e bruciata nella sua casa con tutte la sue cose .....provate per un' attimo ad immaginare che questo è stato fatto a vostra madre , ora provate anche a pensare che mentre la stavano ammazzando i carabinieri sapevano che volevano andare da lei per rapinarla ma non ci vanno e per 2 giorni non se ne preoccupano finchè non brucia la sua casa.......
non vi chiediamo di mettervi al nostro posto , anche perchè se non lo ha fatto chi di dovere....
10) il magistrato di oggi archivia dicendo che i carabinieri potevano fare di più.....
io a questo magistrato rispondo che i carabinieri non sono dei liberi professionisti o degli operai salariati che si devono attenere al minimo sindacale o a quanto contempla la tabella di prestazioni di un professionista , il loro lavoro è un dovere e la salvaguardia della vita è tra i primi doveri oltre ad essere insindacabile ,è l' essenza stessa dei loro compiti e non un' azione facoltativa.
quel sangue che è stato versato non si cancella con' una archiviazione esistono altri tribunali , per esempio la corte europea ed è li che ci rivolgeremo.
non è finita e non finirà mai finchè non avremo giustizia.
il mio augurio alle parti interessate è che almeno in corte europea ci diano ciò che ci spetta.
diversamente ce la vediamo alla Sarda. Penso di essere stato chiaro.